Qual è lo scopo di un rilevatore di movimento?

Un rilevatore di movimento è un dispositivo progettato per monitorare un ambiente. Se la cellula fotoelettrica rileva un’attività, un segnale attiva un dispositivo collegato al rivelatore. La risposta al rilevamento può essere il suono di un allarme, la registrazione da parte di una videocamera, l’accensione dell’illuminazione o l’apertura di una porta.

Funzionamento del rilevatore di movimento

Le modalità operative di un rilevatore di movimento sono numerose. Questo sistema incorpora tecnologie di rilevamento accurate e ad alte prestazioni che possono essere utilizzate in una varietà di situazioni. Si tratta di componenti ottici o acustici.

Ad esempio, alcuni rilevatori di movimento emettono onde per catturare i movimenti che si verificano nel loro campo visivo. Altri lavorano faccia a faccia. Questo significa che il dispositivo è posizionato su un lato della porta e sull’altro lato c’è un sensore ottico. Un fascio di luce collega i due elementi. Se una persona interrompe il raggio, il sensore di movimento è attivato.

Ci sono anche dispositivi che inviano impulsi magnetici come farebbe un radar. Il calcolo del tempo necessario per il ritorno delle onde alla sorgente determina se una persona si trova nell’area monitorata. In questo modo, se qualcuno o qualcosa disturba le onde, il rilevatore di movimento invia un ordine che varia a seconda delle esigenze: suonare un allarme, aprire una porta, far scattare una campana…..

I diversi rilevatori di movimento

Ci sono due tipi principali di rilevatori di movimento, quelli che utilizzano gli infrarossi e quelli che si basano sugli ultrasuoni. Il primo tipo è senza dubbio il più comune perché è molto affidabile. Rileva la presenza di un individuo grazie alla temperatura corporea e può distinguere molto facilmente tra gli oggetti circostanti (per dettagli tecnici vedere il rilevatore di movimento.fr).

Per quanto riguarda il rilevatore di movimento che utilizza gli ultrasuoni, si tratta di un materiale in grado di catturare le variazioni dell’ambiente analizzando le onde che colpiscono pareti, piante e oggetti dell’ambiente circostante. Una persona che attraversa lo spazio controllato cambia la percezione del sensore. Quest’ultimo, poi, innesca una risposta.