Acciaio inossidabile AISI 321 e 321H: cosa c’è da sapere sull’acciaio inossidabile

L’acciaio inossidabile, denominato anche Inox oppure Stainless, è una variante dell’acciaio più comune che, però, presenta delle caratteristiche decisamente più accattivanti: sia in termini di resistenza, che di resa sul lungo periodo, un oggetto in acciaio inossidabile con titanio è da prediligere, in quanto costituito da varie leghe di metalli differenti.

Di seguito verranno elencate le differenze fra le principali tipologie di acciaio di tipo inossidabile, con le relative caratteristiche e funzioni pratiche.

L’acciaio inossidabile e le sue caratteristiche

Sono molteplici le caratteristiche che contraddistinguono un prodotto realizzato in acciaio inossidabile: infatti, fra di esse spicca l’elevata resistenza a qualsiasi tipo di utilizzo. Sia che l’acciaio venga posto in liquidi dolci, oppure salati, oppure ancora caldi o freddi, conserverà nel tempo le proprie caratteristiche e la propria integrità. Non è facilmente corrodibile, quindi anche il processo di ossidazione sarà decisamente assente: tale aspetto è dato dal fatto che l’acciaio inossidabile è realizzato mediante lega di differenti metalli che, uniti fra di loro, costituiranno un prodotto resistente a qualsiasi tipo di condizione.

La scarsa possibilità che il prodotto ha di passivarsi, ovvero di sviluppare su di esso un sottile e dannoso strato di corrosione, rende l’acciaio inossidabile ancora più funzionale: esso, infatti, è impiegato oggi giorno per una moltitudine di scopi, che possono andare dalla semplice oggettistica riposta nelle case, sino a veri e propri macchinari ad alto utilizzo impiegati nelle fabbriche. L’importanza di creare delle apparecchiature in acciaio inossidabile in titanio si è estesa con la nascita dell’acciaio AISI 321 e con l’AISI 321H.

Acciaio inossidabile AISI 321 e 321H

All’interno della categoria dell’acciaio inossidabile con titanio, si delineano l’acciaio AISI 321 e l’acciaio inossidabile AISI 321H. Essi hanno due caratteristiche differenti, ma sono impiegati per lo più quando si desidera avere un prodotto duraturo e resistente alla corrosione derivante dalle temperature troppo elevate.

L’acciaio inossidabile 321 è una particolare tipologia di acciaio, definita “austenica”: la caratteristica principale di questa tipologia di lega è la presenza del titanio, che viene impiegato come stabilizzante per il prodotto. Un acciaio 1.4541 è realizzato quindi con la presenza aggiunta di titanio, che serve a rendere maggiori le caratteristiche di resistenza, inossidabilità e bassa corrosione.

L’AISI 321H è presente invece in un modello 1.4878, ed è facilmente impiegabile anche ad alte temperature, mantenendo intatte tutte le caratteristiche presenti anche in un AISI 321.

Queste due leghe in titanio rendono l’acciaio ancora più resistente, indispensabile soprattutto quando viene impiegato per la realizzazione di macchinari impiegati a livello industriale, oppure per la semplice creazione di prodotti per l’uso domestico, come posate, utensili per la cucina oppure decori per la casa.

L’acciaio inossidabile, quindi, è da preferire rispetto al semplice acciaio, in quanto le caratteristiche presentate da prodotti realizzati con questa tipologia specifica di leghe sono maggiori rispetto a quelle di un metallo semplice. Se si ricerca un prodotto specifico sul quale investire nel lungo tempo, soprattutto se si possiede una fabbrica e si ricercano dei macchinari resistenti al calore elevato ed all’uso prolungato, l’acciaio inossidabile è un utilissimo alleato.